• Tonino Esposito

Il venerdì positivo di Gioosto!

Good Friday: il venerdì positivo di Gioosto!


Quanto vale il nostro potere di acquisto?

Qualcuno potrebbe pensare che non abbiamo più nessun valore, data la crisi pandemica e la perdita più totale di una “bussola” socio-economica che ci conduca fuori da questo stato di incertezza.

Nonostante questo, la settimana che sta per finire ha portato comunque il classico battage mediatico sui Black Friday. La maggior parte delle aziende italiane versa in situazione di instabilità, lottando con ristori, fondi perduti e casse integrazione, ma il Black Friday non ce lo togliete!


Ovviamente la nostra è una provocazione!

Ben venga il libero mercato, ma ci siamo mai fermati a riflettere su quanto sia davvero libero?

Quanto sappiamo dei prodotti che acquistiamo e delle aziende che li producono?

Abbiamo mai riflettuto su quali potrebbero essere le condizioni di trasporto, reso gratuito e smaltimento dell’invenduto di grandi colossi come Amazon, EBay, Zalando o altri?


C’è un modo per recuperare queste informazioni in modo agile e veloce, scegliere i prodotti che preferiamo e acquistarli in sicurezza e attraverso una scelta responsabile.

Questo modo si chiama Gioosto e questa settimana compie un anno di vita!

Gioosto è una piattaforma di e-commerce etico multimarca. Aziende del Made in Italy etico e sostenibile, che si mostrano in una vetrina che vende: food, beverage, articoli di cosmesi, igiene personale, accessori moda e molto altro. Tutti prodotti realizzati nel rispetto del lavoro dignitoso, di un’economia inclusiva e di mercato e rispettosi dell’ambiente e del territorio.

Fondata dal giovane ed esperto Direttore Generale di NeXt Nuova Economia per Tutti - Luca Raffaele - e da Leonardo Becchetti - docente di economia politica di Tor Vergata, già presidente del Comitato Tecnico Scientifico di NeXt e del Festival Nazionale dell’Economia Civile - Gioosto vede la sua co-fondazione con Consorzio Sale della Terra di Benevento, che si occupa in particolar modo della logistica e del magazzino - e dove hanno trovato lavoro, inclusione e autonomia sociale persone svantaggiate - e il supporto economico di Fondazione con il Sud, Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo.


Un anno incredibile e… Gioosto!

Sono quattro i punti saldi della piattaforma, che soltanto dopo un mese dal lancio già aveva raggiunto più di 1000 cittadini e raccolto oltre 30 aziende per la sua vetrina virtuale che comprende alimentari trasformati, olio, vino, birra, accessori moda, tessile etico, cosmesi per la cura del corpo e igiene per la casa.

Quattro punti saldi, che riassumiamo così…

Accesso. Le imprese impegnate in un percorso di sostenibilità sociale e ambientale possono entrare nella piattaforma multibrand compilando l’autovalutazione partecipata messa a punto da NeXt, grazie all’esperienza delle sue 40 organizzazioni associate.

Logistica. Grazie a Gioosto, i clienti potranno acquistare una varietà di prodotti di aziende sostenibili di diverse dimensioni e settori e disseminate su tutto il territorio nazionale, risparmiando tempo e costi di spedizione dal fatto che i produttori sono riuniti in un'unica piattaforma cooperativa con la possibilità di scegliere panieri di prodotti aggregati e multisettore.

Magazzino. Grazie alla partnership con il Consorzio Sale della Terra, Gioosto “fa base” a Benevento, dove il Consorzio ha organizzato un magazzino multiprodotto e multibrand grazie a progetti di inserimento lavorativo equo dedicati a persone con svantaggi sociali retribuite in modo giusto e gestite e supportate da esperti di welfare.Cultura del territorio. Supportare le piccole e medie imprese locali italiane ha un doppio obiettivo: valorizzare le tipicità produttive dei territori della Penisola e creare un motore di sviluppo economico sostenibile, mostrando alle imprese e ai consumatori che si può “fare la spesa comoda”, senza per questo venire meno alla richiesta di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.


Buon compleanno Gioosto!

Il 27 novembre, Gioosto compie un anno - come già detto - e per festeggiare la nascita della piattaforma, abbiamo organizzato il Good Friday: un anti-Black Friday che già nel 2019 ha ricevuto un discreto consenso da parte dell’opinione pubblica più sensibile ai temi della sostenibilità.

Quest’anno, il Good Friday si tinge dei mille colori dei produttori alimentari di Gioosto, protagonisti di 3 videoricette e di un evento unico nel suo genere.

Oggi 27 novembre e fino al 29 novembre, sulle pagine social di Gioosto e dei suoi partner, sarà possibile scoprire tre menù completi creati ad hoc con i prodotti sostenibili della piattaforma, da tre chef già conosciuti nel mondo della buona cucina italiana: Alessandro Circiello da Roma, Pasquale Basile da Benevento e Diego Scaramuzza da Venezia. Ciascuno di loro offrirà una videoricetta originale dedicata al primo compleanno di Gioosto e online sulla piattaforma saranno disponibili pacchi-degustazione che racchiudono i sapori di questi esercizi culinari di stile dei tre chef.

Quale modo migliore di esercitare il Voto col Portafoglio?! Questa azione/superpotere di tutti i cittadini-consumatori, atta a premiare, con il proprio potere di acquisto, aziende che producono in modo etico, sostenibile a livello sociale, ambientale ed economico. Il Voto col Portafoglio premia qualsiasi scelta virtuosa, anche se apparentemente non redditizia. Le aziende che non abbandonano un territorio marginale combattono l’incuria, le frane, le calamità naturali; quelle che lottano contro il caporalato permettono a tutti di pagare meno tasse; e quelle che integrano nel lavoro immigrati o ex-detenuti ci fanno risparmiare su costi di gestione e sussidi sociali, oltre che rendere autonomi e integrati socialmente i suoi lavoratori.





5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti