Contro l’indifferenza

“Non so chi tu sia, ma ora sono qui, ti voglio bene e ti aiuto”.

Dane Entze non ha avuto dubbi: c’era una macchina che stava finendo nelle acque gelide del fiume Snake a Idaho Falls, Stati Uniti, e lui non poteva restare a guardare. Doveva fare qualcosa.

Ma con sua grande sorpresa, mentre la macchina affondava, la donna al volante invece di chiedere aiuto restava immobile, seduta al suo posto. Non era un incidente, ma un tentativo di suicidio.

A quel punto, mentre sua moglie chiamava la polizia, Dane non ci ha pensato due volte e si è buttato nel fiume, con una temperatura di -7 gradi. La donna gli ha urlato che non voleva più vivere. Ma lui, rischiando la vita per una sconosciuta, è riuscito a trascinarla a riva e salvarla.

Quella di Dane non è solo gentilezza, è altruismo, eroismo, straordinaria empatia. È il coraggio di non voltarsi dall’altra parte davanti a una persona che soffre. Non sappiamo cosa abbia spinto quella donna a un gesto così estremo, ma sicuramente la solitudine, l’indifferenza e l’insensibilità dei nostri tempi non l’avranno aiutata. Per questo le parole di Dane, che offre amore e aiuto disinteressato, sono sicuramente rare, ma sono anche uno straordinario segno di speranza…


🦋 La farfalla della gentilezza 🦋


A cura de "La farfalla della gentilezza"


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti