Cronisti e reporter del bene comune

Aggiornamento: 21 mar



Da un mese nelle aule scolastiche italiane ci sono circa 200 cronisti e reporter del Bene Comune.Questo grazie al laboratorio scolastico "Cronisti del Bene Comune che coinvolge diverse scuole medie partecipanti al TG delle Buone notizie di The Bright Side, associazione che dal 2020 ha adottato il libro di Benedetta Cosmi sul bene comune per le scuole secondarie di primo grado.

Ai nastri di partenza gli studenti delle scuole ''Ic Sturla e l'Ic Molassana e Prato di Genova, della secondaria Rocca Bovio Palumbo di Trani, dell'IC Fonseca Pimentel di Pontecagnano, dell'Ic Moro

Il primo incontro a distanza è stato centrato sulle finalità del Laboratorio, il cui obiettivo è far realizzare in modo condiviso il giornale nazionale on line dei cronisti del bene comune, e su cosa significhi essere cronisti del Bene Comune

Cosmi, vice presidente di The Bright Side e membro del Comitato scientifico dell'Osservatorio Eurispes sulle politiche educative, è autrice, tra gli altri suoi lavori, dei saggi "Il Bene Comune" e "Lettera a una professoressa per email" e del romanzo "Orgoglio e Sentimento", presentato lo scorso anno al premio Strega.

Braggion , docente e condirettore del TG delle Buone Notizie, si occupa di giornalismo scolastico da 27 anni, nei quali ha tenuto corsi laboratoriali e dato vita a giornali scolastici come Sturla News, premiato per ben tre volte dall'ONG e dal Presidente Mattarella, per un articolo sulle Madri Costituenti.

Il primo incontro a distanza è servito a far realizzare agli studenti iprimi testi e disegni del giornale nazionale on line dei cronisti del bene comune. Poi, partendo da alcune copertine del Corriere della Sera di questi giorni, il focus si è spostato sul tema della Pace uno dei più importanti, se non il più importante bene comune, Sono stati realizzati dagli studenti,in diretta, disegni e indicati titoli di possibili prime pagine in riferimento alla guerra in Ucraina, dopo l'invasione russa e appunto al tema della pace.

Braggion e Cosmi hanno ospitato nei giorni successivi Roberto Alborghetti, giornalista, scrittore e autore di importanti biografie su Papa Francesco, nonché grande esperto e divulgatore del giornalismo scolastico.

Durante l'incontro si è parlato di bene comune, giornalismo, scuola e comunicazione. Tutti temi di cittadinanza attiva che -come ha ricordato Alborghetti- aiutano la scuola a disegnare prospettive e orizzonti nuovi di partecipazione e creatività.

Sono previsti ulteriori incontri con il grande biofisico prof. Alberto Diaspro, su Scienza bene comune, e con il dottor Buffa volontario in Africa e membro del comitato scientifico di Flijng Angels,sul volontariato.


L'incontro con Alborghetti su Okayscuola!


https://okayscuola.org/2022/03/16/al-laboratorio-del-tg-buone-notizie-si-parla-di-giornalismo-e-bene-comune-con-roberto-alborghetti/


Redazione TGBN




24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti