top of page

Fabbricatrici di sogni

Carissimi lettori positivi, la volta scorsa ci siamo salutati con un’intervista di Vanity Fair a Claudia Parzani: una donna in grado di ispirarne centomila e oltre. Oggi voglio infatti portare alla vostra attenzione un altro articolo molto interessante, tratto dalla sezione benessere di Vanity Fair, riguardo al progetto “Fabbricatrici di sogni” che ha concretamente e positivamente migliorato la vita di molte donne con storie di dolore e violenza alle loro spalle.

Il progetto prevede corsi di alta sartoria ed è volto al recupero dell’identità e dell’autonomia di queste donne affinché abbiano la possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro ma soprattutto nel mondo reale.

Questo progetto dalla durata di sei mesi che opera a supporto della Missione Inclusione e Coesione sociale del PNRR è stato realizzato da Intesa Sanpaolo insieme a Fondazione Caritas Ambrosiana Onlus, Fondazione S. Carlo Onlus e per ultimo, ma non per meno importanza, il brand di moda "LaMILANESA" che con il denaro ricavato dalla vendita di questi prodotti continuerà ad espandere questo bellissimo progetto creando punti di riferimento sempre più solidi per queste donne.

La direttrice Cinzia Macchi, come citato nell’articolo di Vanity Fair, tutte le volte che nella vita si guarda indietro e pensa di non avercela farcela si rende conto dell'esatto contrario proprio abbracciando questa causa. Un grande respiro di libertà e positività per tutte quelle donne a cui manca l’aria da ormai troppo tempo.

Questo progetto, oltre a essere positivo per il suo generare valore sociale e empowerment femminile, valorizza anche il Made in Italy spesso rimpiazzato oggigiorno con altre tecniche di produzione tutt'altro che positive.

Non potevo perciò non condividere con voi un progetto di questo calibro che sprizza positività da tutti i pori.




A cura di Ecaterina Timis, Tirocinante Insubria

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Arianna

bottom of page