I nostri cronisti del bene comune di Trani su Magicambusa



Buongiorno, siamo Di Perna Christian, Natalicchio Fabio e Laraia Francesco Pio. Siamo alunni della classe prima C della scuola ad indirizzo musicale “Rocca Bovio Palumbo” di Trani e dal 3 marzo cronisti della Positivitàdel TGBN di The Bright Side.

Abbiamo pensato di farvi conoscere una realtà positiva del nostro territorio. Presso il carcere di Trani esiste infatti un luogo che non ci si aspetta di nome Magikambusa. Per saperne di più abbiamo intervistato Annarita Amoruso, volontaria del progetto.

Cos’è Magikambusa? Perché è stata creata? Magikambusa è uno spazio all’interno del quale i minori, che vengono a trovare parenti detenuti, aspettano i propri cari, anche per molto tempo. Durante queste ore, i bambini che ospitiamo giocano, disegnano e leggono, proprio come in una vera ludoteca. Nel 2012 io e altri collaboratori abbiamo avuto questa idea per rendere più accogliente l’attesa.


I responsabili del carcere hanno accettato subito la vostra richiesta di introdurre un nuovo spazio nel carcere? Certo, loro sono stati entusiasti di introdurre un nuovo spazio, soprattutto per i bambini.


I bambini sono stati felici della nuova stanza ideata per l’attesa? Sì, moltissimo, infatti, stiamo ricevendo la media di 5 o 6 bambini al giorno.

Visto che il numero dei bambini che accogliete ogni giorno è abbastanza consistente,


volevamo sapere quali sono le fasce d’età. La loro età va dai 4 anni fino ai 15 16 anni.


Chi ha finanziato questo progetto? Nel 2012 abbiamo vinto un bando regionale che si chiamava “Principi attivi”. Finito questo anno finanziato, l’anno successivo, non avendo ricevuto fondi, io come educatrice e il mio collega psicologo abbiamo fatto volontariato; poi ci sono stati finanziamenti da parte di donatori e successivamente abbiamo avuto un piccolo finanziamento da parte del garante dei diritti dei detenuti della Regione Puglia. Nel 2018 abbiamo vinto un finanziamento più grande di Orizzonti Solidali, provengono dall’azienda Megamark che ogni anno fa una raccolta fondi. Nel 2018 Megamark ha destinato questi soldi al nostro progetto perché ritenuto meritevole. Con questi soldi abbiamo potuto comprare una struttura bellissima per accogliere i bambini.

Gestite altre attività oltre alla ludoteca? No, al momento ci dedichiamo solo a questo progetto.


Noi, come scuola, come possiamo dare il nostro questo contributo per aiutare la ludoteca? Possiamo a Natale fare una raccolta di giochi per poi mandarveli?

Assolutamente sì , è tutto molto gradito, già altre scuole hanno fatto la raccolta giochi e poi noi stessi li abbiamo distribuiti ai bambini che sono stati felicissimi !


La salutiamo e la ringraziamo per la sua disponibilità e cortesia . Secondo noi, sapere che esiste Magikambusa e che anche noi possiamo fare qualcosa per questi bambini è davvero una bella notizia.



Christian Di Perna, Fabio Natalicchio e Francesco Pio Laraia della 1^C della Scuola Rocca Bovio Palumbo

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti