• Tonino Esposito

Perlage: quando il vino è biologico e biodinamico.

Perlage: la memoria della tradizione, l’eleganza della modernità


Una storia familiare, quella della casa vinicola Perlage. Una storia nata nel 1985, nel cuore dell’area geografica del Prosecco Superiore DOCG: la Valdobbiadene.

Un sogno realizzato insieme dalla famiglia Nardi: Afra e Tiziano, genitori di sette figli, che scelgono di intraprendere un’avventura innovativa, per quegli anni, quella dell’agricoltura e viticoltura biologiche.

Una scelta che ha portato Perlage - oggi - a essere uno dei più rinomati produttori di vino biologico in Veneto e unica azienda a produrre Prosecco bio DOCG inserita nel Consorzio di Tutela del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene.


Biologico e biodinamico nel Mondo

Perlage è tra le aziende vitivinicole più conosciute al Mondo nel campo dei vini biologici e dal 2004 anche biodinamici. L'attenzione di Perlage alla sostenibilità abbraccia l'intero processo produttivo, fin dalla scelta del terreno più adatto a quella del singolo vitigno. Sostenibilità ambientale che si protrae con estrema cura in ogni pratica agronomica sui vigneti, in tutte le fasi di vinificazione e conservazione, sino alla vendita al degustatore.

Il marchio Perlage è sinonimo di vini biologici di qualità ed eleganza, competenze aziendali e passione di chi vi lavora, ricordo delle origini e rispetto per il futuro: un percorso fatto di persone, storie, intrecci di viti e di vite, germogli e frutti maturi, scoperte e riscoperte, ricerca e creatività.

Un'armonia di elementi che Perlage ricrea nel suo vino biologico, nel suo apprezzato Prosecco biologico DOCG, coordinando il colore della purezza, il profumo della tradizione e il gusto della qualità.


Responsabilità a tutto tondo

Perlage è da sempre sinonimo di responsabilità.

Una strada ben delineata, sin dalle dichiarazioni iniziali dell’azienda. Come i figli di Tiziano e Afra - sette - anche il decalogo di Perlage è composto da sette “filoni” di responsabilità civile, ambientale ed economica.

Prima fra tutte, la responsabilità verso il cliente. Tutti i prodotti Perlage sono certificati e garantiti di qualità, senza nessun compromesso rispetto alle logiche di mercato. Una scelta coraggiosa, soprattutto di questi tempi, che garantisce uno standard qualitativo molto alto e di prioritaria importanza.

Segue la responsabilità verso l’ambiente, che regala con i suoi frutti - le viti - gran parte della qualità riconosciuta a Perlage a livello mondiale. Il metodo di coltivazione Perlage rispetta la salute umana e ambientale, tutelando le aree che circondano i suoi filari e salvaguardando le caratteristiche distintive di un territorio, che per millenni ha “vigilato” sulla qualità dei suoi prodotti e sulla salute dei suoi abitanti.

Insieme alla tutela del cliente e dell’ambiente, anche la responsabilità dell’azienda verso le relazioni umane e la società. L’impegno di Perlage non si limita a fornire vini biologici e biodinamici di qualità, arriva ad abbracciare le relazioni con gli abitanti del territorio - in primis i fornitori e i distributori - e con i propri lavoratori, comunicando sempre i propri valori e progetti. E va da sé, che tutelare ambiente e relazioni umane e sociali, porti alla responsabilità verso la comunità locale di appartenenza. Fornitori e distributori sono consolidati, parte della famiglia Perlage. Le associazioni locali e le scuole vengono supportate e supportano l’azienda grazie a progetti scuola-lavoro, che implementano le competenze professionali e la diffusione dei valori Perlage sul territorio.

Perlage è attento alla responsabilità verso il futuro del territorio e delle generazioni più giovani e reinveste i propri utili fino al 60% in tecnologia, formazione, innovazione, nuovi mercati, sviluppo delle risorse umane delle generazioni più giovani.


B-Corp: B the change!

Dal 2016, Perlage è entrata a far parte delle 50 B-Corporation italiane. I principi delle B-Corp si fondano su valutazioni continuative delle aziende aderenti, tra i termini di valutazione, la maggior parte dei capi-saldo di Perlage: tutela ambientale, salute e sicurezza dei lavoratori, rapporto con i fornitori e trasparenza nel management.

Tutti fondamentali caratteristiche delle aziende di economia civile.

“I principi su cui si fonda una B-Corp erano già nostri da tempo. - dichiara Ivo Nardi, presidente di Perlage - I temi come sostenibilità ambientale, etica e responsabilità verso i propri dipendenti e la comunità sono i nostri valori aziendali. La B-Corp non è “solo una certificazione”, è un modo di operare, di pensare, che spinge a darsi obiettivi in campo sociale e ambientale. I tempi sono maturi: un’azienda deve produrre un beneficio sul territorio e sulle persone, non creare un depauperamento di risorse tendendo unicamente al profitto. E questo è il cambiamento che abbiamo sempre sostenuto fin dal 1985”.


Sarà per questi motivi, che insieme a NaturaSì e NeXt, Perlage partecipa al percorso di imprenditoria civile dedicato alle scuole superiori, per sviluppare hard e soft skills dei più giovani del territorio, in una direzione generativa: quella dell’economia civile di tutti.


A cura di Next Nuova Economia



1 visualizzazione0 commenti

brightside@outlook.it   |  +39  334.8312382  

  • Facebook App Icon
  • Twitter App Icon
  • YouTube Icona sociale

© 2014 - 2020  The Bright Side