Sfogo la rabbia e mi libero. Bello chiama Bello

L'idea è di non reprimere la rabbia e di non accumularla nel corpo.

Quando sentiamo la rabbia l'idea è di sentirla, dialogare con lei, integrarla per poi lasciarla andare.

Possiamo anche sfogarla in modo positivo una volta che l'abbiamo compresa e forse a quel punto non è nemmeno più necessario.

A volte può essere utile allentare le tensioni fisiche accumulate nel corpo e collegate all'emozione. Allora puoi urlare, andare a correre o fare una attività fisica.

Non è di alcun aiuto riversarla su altri, o sfogarla in modo distruttivo per noi stessi.

La rabbia è un'emozione e come tale è li per portarci un messaggio.

A noi ascoltarlo e integrarlo.


Paola Badiale

Life Transformational Coach

www.paolabadiale.it

Facebook: La vita che vuoi tu


#pensieripositivi #bellochiamabello #lavitachevuoitu #cambiamento




1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti