top of page

Storia gentile dalla Basilicata

L’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto


“Non ho fatto altro che mettere in pratica le cose che avevo appena appreso quattro giorni prima al corso di primo soccorso”

Se c’è una caratteristica che accomuna le persone gentili è proprio questa: pensare di non aver compiuto niente di straordinario, nemmeno quando salvano la vita ad una persona. Sembra quasi che si ritengano fortunati, per essersi trovati nel posto giusto, al momento giusto e pure con le giuste competenze.

È questo il caso di Giuseppe Totaro, un uomo di 41 anni, operatore di sportello nell’ufficio postale di Guglionesi (CB) che alcuni giorni fa ha salvato la vita ad Amir, un uomo di nazionalità pachistana che era caduto a terra sbattendo la testa, forse colto da malore in un autolavaggio alle porte della cittadina molisana.

“Mi ero appena fermato – racconta – per prendere un caffè al bar della stazione di servizio, quando ho sentito delle grida in cerca di aiuto provenienti da qualche metro più avanti. Immediatamente mi sono avvicinato e ho notato un uomo a terra, immobile, e accanto una persona che gli sorreggeva la testa. Ho compreso subito la gravità della situazione, perché il malcapitato aveva gli occhi bianchi rivolti verso l’alto e presentava una ferita dietro la testa dalla quale fuoriusciva molto sangue.

Una volta valutato lo stato di incoscienza dell’uomo, mentre un’altra persona contattava il 118, ho iniziato il massaggio cardiaco attraverso le compressioni toraciche, così come previsto dalla procedura. A poco a poco, l’uomo ha ripreso conoscenza. Una manovra durata un minuto o poco più. “Dove sono” e “cosa ho fatto” sono state le prime cose che Amin ha chiesto”

Giuseppe, per il suo gesto, ha ricevuto tantissimi attestati di stima da parte di amici, parenti e colleghi, oltre alla medaglia e alla targa donatagli dall’amministrazione comunale di Guglionesi.

Tuttavia, la vera grandezza di Giuseppe emerge ancor di più dalla sua umile gratitudine nei confronti della sua azienda, che gli ha offerto l'opportunità di frequentare il corso di primo soccorso che si è rivelato decisivo in quel momento critico. La sua dedizione e il suo spirito generoso hanno dimostrato che un piccolo gesto può avere un impatto enorme e salvare una vita.


A cura dell’I.C.” Luigi La vista” Potenza

Docente Sonia Sguazzo

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page