top of page

Storia gentile delle Marche

Da questa settimana e con questo post iniziamo la pubblicazione, ogni venerdì, di una storia gentile raccolta da una delle scuole che partecipano al nostto TG delle Buone Notizie. Per ogni Regione italiana stiamo raccogliendo cinque storie gentili, per un totale di cento, che andremo a pubblicare nel libro Annuario delle storie gentili italiane.

Qui una anticipazione che siamo sicuri vi piacerà e sarà per voi di ispirazione.


Lo staff di The Bright Side



La storia di Thomas


Questa è una storia con tanti protagonisti, e il primo di loro è Thomas, un bambino di sei anni, pieno di voglia di vivere, che è venuto al mondo prima del termine dei nove mesi. Altri personaggi fondamentali sono sicuramente i suoi genitori, Silvia e Matteo, che hanno rivoluzionato completamente la loro vita dopo la nascita di Thomas. Cambiare città, progetti, sogni e lavoro è stato il loro sacrificio per dedicarsi completamente a lui, poiché Thomas è ipovedente e non riesce a reggere né la testa né il tronco. Per questo motivo, Silvia ha dovuto smettere di lavorare per essere al suo fianco 24 ore su 24.

Nonostante tutti gli sforzi, la situazione rimaneva difficile, soprattutto perché Thomas ha anche due fratellini di quattro e due anni. Questa nuova realtà ha costretto i genitori a mettere da parte l'orgoglio e a chiedere aiuto attraverso una raccolta fondi online, con l'obiettivo di acquistare una bicicletta speciale per Thomas. "Questa bici nuova costa novemila euro, ma in Veneto ce ne sarebbe una disponibile," dice Silvia, e con entusiasmo aggiunge: "La bicicletta ha una pedana dove posso mettere Thomas nel passeggino, ed è dotata di pedalata assistita. Poter andare al mare in bici tutti insieme rappresenterebbe un primo passo verso una vita più simile a quella sognata."

E ora giungiamo agli altri protagonisti di questa storia, che sono tantissimi. Sono i parenti, gli amici e i conoscenti di Silvia e Matteo, i quali non hanno esitato un attimo di fronte alla loro richiesta di aiuto. E, oltre a loro, ci sono le tante persone di Fano, anche sconosciute, che non avranno mai un volto, ma che si sono immediatamente uniti con generosità all'iniziativa, dimostrando una vicinanza non solo economica.

Il successo della raccolta fondi è stato straordinario e ha superato ogni aspettativa. Thomas non solo ha ottenuto la bici tanto desiderata, ma avrà anche la possibilità di acquistare in futuro altri sussidi e pagare alcune terapie necessarie per il suo benessere.

Questa incredibile storia ci insegna che possiamo mettere il nostro tempo e un po’ del nostro denaro, che a volte spendiamo per cose futili, al servizio di chi è meno fortunato di noi. Con la nostra solidarietà, possiamo rendere più agevole e felice il cammino di vita di coloro che affrontano sfide apparentemente insormontabili.

Insieme, possiamo rendere il mondo un luogo migliore per Thomas e per tutti coloro che hanno bisogno di aiuto e supporto. La solidarietà e la gentilezza sono forze straordinarie che possono trasformare le vite e donare speranza a chi ne ha bisogno. Che questa storia sia un incoraggiamento per tutti noi a cercare occasioni per essere di aiuto e a costruire un mondo più inclusivo e amorevole per ognuno di noi.



A cura degli alunni della classe seconda B dell'I.C. “F.lli Mercantini” di Fossombrone

Docente Laura Miacci

49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page