• Alessandra Fornaci

Consultazione pubblica UE per evitare la violenza sulle donne

Nell’Unione, il 33% delle donne è vittima di violenza fisica e/o sessuale. Tutti i cittadini dell’UE possono partecipare compilando il questionario on line


La Commissione europea ha lanciato l’8 febbraio una consultazione pubblica sui modi migliori per contrastare il fenomeno della violenza di genere e domestica.

Le opinioni raccolte durante la consultazione confluiranno in un’iniziativa legislativa, annunciata nella strategia per la parità tra uomini e donne, prevista entro la fine di quest’anno.

La consultazione pubblica riunirà i punti di vista di un’ampia gamma di parti interessate, come membri del pubblico in generale, accademici, rappresentanti delle imprese e dei lavoratori, ONG, organizzazioni dei media e autorità pubbliche. Coloro che desiderano partecipare alla consultazione pubblica possono completare un questionario disponibile online.

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha inserito la lotta alla violenza di genere tra le sue principali priorità politiche e ha ribadito il suo impegno per l’iniziativa legislativa nella Lettera di intenti sullo stato dell’Unione 2020.

Le violenze contro le donne e le ragazze sono una delle forme più persistenti di discriminazione basata sul sesso e costituiscono una violazione dei diritti umani in Europa.

7 visualizzazioni0 commenti