L'ambizione e il Bene Comune

Le crisi di governo dell'estate.

"Luglio, col bene che ti voglio

Vedrai non finirà

Luglio m'ha fatto una promessa

L'amore porterà

Anche tu, in riva al mare

Tempo fa, amore, amore

Mi dicevi "luglio ci porterà fortuna"

Poi non ti ho vista più

Vieni, da me c'è tanto sole

Ma ho tanto freddo al cuore

Se tu non sei con me

Luglio si veste di novembre

Se non arrivi tu

Luglio sarebbe un grosso sbaglio

Non rivedersi più

Ma perché in riva al mare

Non ci sei, amore, amore

Ma perché non torni

È luglio da tre giorni

E ancora non sei qui

Vieni, da me c'è tanto sole

Ma ho tanto freddo al cuore

Se tu non sei con me".


In effetti è, proprio, Luglio da tre giorni.

Mi è capitato di vedere una serie tv su Netflix dal titolo "Ambizione", la protagonista è una giornalista televisiva. L'antagonista è un' aspirante stagista. E la metafora della voce narrante è intorno ad un leone e un uccello.

Diciamo che seguire la trama dal lato dell'uccello è come andare a lezione di "amoralità" e qualche volta voi non sapete quanto mi sembri di averne -paradossalmente- bisogno.

Ovviamente poi possiamo seguire la storia dall'altra parte quella in cui la giornalista dà loro ancora delle grandi lezioni di "Bene Comune" e ritrovo pace con me stessa. Per esempio nella verifica fino in fondo delle notizie.

Ma uno sopra tutti è il messaggio in cui ci ritroviamo in sintonia in questa rubrica settimanale, dedicata a voi che non vi accontentate più dell'informazione: per noi non conta arrivare. Ma arrivare secondo i nostri principi.

Vi dico subito che devo vedere ancora l'ultima puntata e quindi non so ancora chi perderà.


Benedetta Cosmi


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il voto