La luce della istruzione gentile

Colrerd Nkosi è un sognatore. Ma mentre sogna, ha i piedi ben saldi per terra e usa la sua creatività per risolvere problemi.

E i problemi a Mzimba non mancano di certo.

Mzimba è un villaggio nel nord del Malawi, paese dove solo l’11% della popolazione ha accesso all’elettricità.

A Mzimba nemmeno la scuola ha la corrente elettrica, per non parlare delle abitazioni private. Quindi i ragazzi studiano alla luce delle candele, e quando finiscono i soldi per comprare le candele, semplicemente non studiano. E così sempre meno studenti hanno buoni voti, passano gli esami, vanno avanti nei loro percorsi scolastici.

Anche Colrerd Nkosi non è riuscito a studiare quanto avrebbe voluto.

Ma non gli manca talento e inventiva, e così a forza di esperimenti, fallimenti, tentativi e tanta perseveranza, è riuscito a risolvere almeno uno dei problemi di Mzimba: l’elettricità.

Non è stato facile. Lui non è un tecnico, non ha competenze specifiche. È autodidatta: ha semplicemente provato e riprovato, finché ce l’ha fatta.

Con materiali di fortuna, riciclando tutto quello che poteva riciclare, Colrerd Nkosi ha costruito una piccola turbina. Sfruttando la corrente del fiume locale, questa turbina produce elettricità per circa mille abitazioni.

Ma la cosa più bella è che Nkosi ha fatto tutto questo senza alcun fine di lucro. Lui non solo non si fa pagare, ma ha in mente piani ambiziosi: vuole condividere l’esperienza, insegnando e diffondendo i suoi metodi, soprattutto ai più giovani, nella speranza che si moltiplichino esperienze simili.

Ma, soprattutto, lui ormai adulto e padre di tre figli, ha un altro sogno: vuole tornare sui banchi di scuola.

Perché la luce elettrica non è niente, in confronto alla luce dell’istruzione, quella che secondo Nelson Mandela è l’arma più potente di tutte per cambiare il mondo.

E anche se Colrerd Nkosi un po’ di mondo, del suo mondo, lo ha già cambiato, lui vuole continuare a studiare e a sognare.

E i sogni non si devono abbandonare mai. In alcuni casi prima o poi si avverano.



La farfalla della gentilezza


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti