• Tonino Esposito

Le parole del Bene Comune: smart mobility

Il 15 giugno si è svolta online, la prima giornata di “consultazione di mercato” sul bando relativo alla smart mobility. La consultazione di mercato servirà all’Agid per ottenere dalle aziende, dai centri di ricerca, dalle startup, le informazioni utili a preparare la gara innovativa, che verrà successivamente pubblicata sul portale nazionale appaltinnovativi.gov.it dell’Agid.


Come apriva sul Sole 24ore Luca De Biase il suo pezzo:

"Come si fa a comprare una tecnologia che risolve un problema ma non esiste e non si sa come sia fatta? Nella pubblica amministrazione è una domanda talmente assurda da diventare decisiva. Abituate a comprare, al minor costo possibile, soluzioni note a problemi vecchi, le pubbliche amministrazioni possono uscire dalla gabbia nella quale si sono infilate da sole". 

È un tema di rilevanza. Collegabile per certi versi alla parola chiave

"Débat public", che nel libro Il bene comune, dove spingere lo sguardo della politica (quest'anno libro dell'anno di The Bright Side nelle scuole, che riceve il testimone da Gian Giacomo Schiavi, con "Meno male") si accompagna al "giornalismo costruttivo".



Benedetta Cosmi

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti