Presidente del Bene Comune

Aggiornamento: 23 gen



Il vero punto è: che presidente del consiglio nominerà, il nuovo Presidente della Repubblica?


Il problema di un parlamento che elegge un presidente della Repubblica che poi determina il presidente del Consiglio dopo il prossimo voto senza un vincitore, non è secondario. 


Tutto gira intorno a questo meccanismo.


É l'ultimo weekend. Prima del voto, che parte lunedì, dei grandi elettori.

Dal Quirinale si promuove e si professa il Bene Comune, però è anche chi darà le carte.

Quindi tatticismo in campo. Sulla soglia del bipolarismo infranto, dell'alternanza sostituita da governi senza opposizione. Lunedì inizia.

Paradossalmente si potrebbe svegliare l'Italia scoprendo di non avere più un capo di governo.

Oppure di avere la prima donna.

Oppure che il Parlamento richiuso come un sott'olio elegge l'ultimo dei democristiani.

Peggio ancora, che la prima presidente sarà la più criticata da De Nicola ai giorni nostri.

O che cambiano i ministri e in una logica sempre più di spartizione.

Insomma, sarà difficile riuscire a far vincere il bene comune nei primi quattro scrutini, figuriamoci dopo.

In bocca al lupo Presidente.


Benedetta Cosmi



32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Le radici